Senza categoria

Le Marina: ‘Libera’ è l’EP d’esordio della songwriter future trip hop italo-londinese, fuori OGGI per l’etichetta inglese The Sound Of Everything

Le Marina è una songwriter dalla doppia personalità. O meglio, Le Marina è un duo immaginario composto dalle versioni speculari della medesima artista, Marina appunto, nata non a caso sotto il segno dei Gemelli. Ecco perché, nonostante sia una solista, l’articolo che ne precede il nome è declinato al plurale.

Doppi sono anche i riferimenti geografici. Originaria di un piccolo paese in provincia di Firenze, cresciuta nella campagna toscana, Marina ha trascorso la maggior parte della sua infanzia disegnando e costruendo case sugli alberi. La musica, però, è divenuta ben presto la sua passione principale, spingendola a scrivere poesie e testi, dopodiché a comporre, cantare e suonare canzoni. La musica, per lei, è un percorso alla scoperta di se stessa, un percorso di guarigione a volte fluido, a volte doloroso e intricato. Nel 2012 Marina si è trasferita a Londra, dove ha affinato le tecniche di produzione musicale, si è esibita in vari club e festival e la sua ricerca artistica e introspettiva è sbocciata finalmente nel progetto Le Marina.

Libera è il suo EP d’esordio, in uscita l’8 maggio 2020 per l’etichetta inglese The Sound Of Everything che in passato ha già pubblicato i suoi precedenti singoli. Il legame con l’agenzia toscana di management e booking Wild Elsa, avviato nel 2018, le ha invece permesso di riconnettersi alle sue radici e tornare on stage in Italia.

Il sound minimale di Le Marina è stato definito future trip hop, influenzato dalla storica scena di Bristol capitanata dai Massive Attack e in parallelo affine al nu-R&B contemporaneo di FKA twigs o all’electro-songwriting intimista di Tirzah. Un sound bipolare, che sa essere tanto romantico quanto macabro, a seconda del punto di vista, e che in Libera si sviluppa in sei brani in coerente successione fra loro, dall’intrigante intro I Found A VHS – teaser track di presentazione – all’ombrosa sinuosità del primo singolo Say It Sad (disponibile dal 24 aprile), di I’ll Never Love You e Dead End. Sino alle sperimentazioni di Trauma e alla catartica chiusura di You Decide.

ASCOLTA ‘LIBERA’:

Libera è stato realizzato interamente a Londra, in inglese, assecondando dunque un sound di chiara matrice British, eppure il suo titolo è in lingua italiana: “Ho scelto di intitolare il mio EP Libera, nonostante risieda nel Regno Unito da otto anni, perché il mio processo di liberazione è iniziato proprio in Italia, culminato nella decisione di lasciarla per andare all’estero”. Le Marina ha fatto tutto in completa autonomia, dividendosi tra musica e videoclip DIY, girati e montati in prima persona. I temi affrontati nell’EP sono quelli del disagio psichico, della depressione e della solitudine che si prova a vivere improvvisamente in una grande città cosmopolita per inseguire un sogno.

Ho lavorato da sola, sfidando di continuo le mie capacità. Volevo che, attraverso la sfera sonora e quella visiva, l’ascoltatore potesse calarsi nella mia personale ‘seduta di terapia’, riconoscendosi a suo piacimento nei miei momenti difficili. Il lavoro, infatti, è iniziato con una sorta di auto-analisi, nel silenzio del mio isolamento. I sei brani sono altrettanti passi verso la conquista della mia libertà, a lungo desiderata. Ciascuno di essi ha preso forma a partire dal testo e a ciascuno di essi ho dedicato molta cura. Volevo che il messaggio risultasse diretto ma non scontato. Gli arrangiamenti e la produzione sono arrivati di conseguenza, tra sintetizzatori, beat avveniristici e sample registrati in giro per Londra. Se dovessi descrivere il mio EP, direi che è brutalmente onesto. È depressione che si trasforma in parole, è ansia che muta in suoni”. Yin e yang, due facce di un’unica medaglia.

 

LE MARINA annuncia il debut-EP con il video di ‘I Found a VHS’, traccia intro del disco.

”La canzone inizia dicendo ‘vi devo delle scuse’.
Immagina di aver sempre vissuto con la paura di mostrarti, perché venivi definita “strana” e la cosa ti ha fatto sempre soffrire.
Immagina di avere avuto problemi fisici che ti hanno impedito per anni di appartenerti nel profondo.
Hai vissuto con mente e corpo completamente dislocati : questa canzone rappresenta tutto questo.
L’inizio del mio viaggio verso la riconquista di me stessa, quella che ho nascosto nelle periferie della mia testa, a cui ho negato qualsiasi permesso di uscita se non quando mi costringevo all’ora d’aria dove uscivo vestita di lacrime. Tutto ciò è abbastanza triste, lo so, ma ho dovuto scrivere e ritrarre la realtà. Il video infatti è nato quasi insieme alla canzone. Una stanza di Londra, quasi vuota, perché in fondo chi ci abitava lì se non il fantasma di mè stessa?” Le MARINA – I Found a VHS – LIBERA EP – 9.4.2020

 

Le Marina: Libera è l’EP d’esordio della songwriter future trip hop italo-londinese, fuori l’8 maggio 2020 per l’etichetta inglese The Sound Of Everything


Le Marina
è una songwriter dalla doppia personalità. O meglio, Le Marina è un duo immaginario composto dalle versioni speculari della medesima artista, Marina appunto, nata non a caso sotto il segno dei Gemelli. Ecco perché, nonostante sia una solista, l’articolo che ne precede il nome è declinato al plurale.

 

Doppi sono anche i suoi riferimenti geografici. Originaria di un piccolo paese in provincia di Firenze, cresciuta nella campagna toscana, Marina ha trascorso la maggior parte della sua infanzia disegnando e costruendo case sugli alberi. La musica, però, è divenuta ben presto la sua passione principale, spingendola a scrivere poesie e testi, dopodiché a comporre, cantare e suonare canzoni.

 

La musica, per lei, è un percorso alla scoperta di se stessa, un percorso di guarigione a volte fluido, a volte doloroso e intricato. Nel 2012 Marina si è trasferita a Londra, dove ha affinato le sue tecniche di produzione musicale, si è esibita in vari club e festival e la sua ricerca artistica e introspettiva è sbocciata finalmente nel progetto Le Marina.

 

Libera è il suo EP d’esordio, in uscita l’8 maggio 2020 per l’etichetta inglese The Sound Of Everything che in passato ha già pubblicato i suoi precedenti singoli. Il legame con l’agenzia toscana di management e booking Wild Elsa, avviato nel 2018, le ha invece permesso di riconnettersi alle sue radici e tornare on stage in Italia.

 

Il sound minimale di Le Marina è stato definito future trip hop, influenzato dalla storica scena di Bristol capitana dai Massive Attack e in parallelo affine al nu-R&B contemporaneo di FKA twigs o all’electro-songwriting intimista di Tirzah. Un sound bipolare, che sa essere tanto romantico quanto macabro, a seconda del punto di vista, e che in Libera si sviluppa in sei brani in coerente successione fra loro, dall’intrigante intro I Found A VHS – primo estratto di presentazione – all’ombrosa sinuosità di Say It SadI’ll Never Love You e Dead End. Sino alle sperimentazioni di Trauma e alla catartica chiusura di You Decide.

 

 

E’ uscito ‘INSANE’, secondo album dei CALUVIA!!

 

Si chiama Insane il secondo album dei Caluvia, disponibile su tutti digital store dal 22 marzo e distribuito dall’etichetta genovese Taxi Drivers Records.

Caluvia sono una band stoner/heavy psych nata nel 2015 a Colle Val d’Elsa (SI), formata da: Luca alla chitarra e voce, Matteo al basso e Leonardo alla batteria. Nel luglio 2017 esce il loro primo EP, omonimo, composto da 5 brani inediti. Suonano fra Toscana ed Emilia Romagna assieme a Mr Bison, Cani Dei Portici, Sdang, Bruuno, No Hay Banda, A Mismatch Theory, Le Pietre Dei Giganti e tanti altri.
Dopo tre anni di tour e lavoro in studio, il 22 marzo 2020 pubblicano con Taxi Driver Records il loro secondo album: ‘INSANE’, anticipato dal videoclip di ‘Goat’s Friend’, primo singolo estratto.

 

 

Prodotto da Damiano Magliozzi del Soundy Studio di Siena, il disco è stato registrato interamente in presa diretta, volutamente libero dal metronomo per rispettare i tipici rallentamenti e le atmosfere psichedeliche che distinguono lo stile e il genere musicale della band.
Per ottenere un suono più ‘pieno’ ed un attacco potente, la chitarra è stata registrata dividendo il segnale su due amplificatori, uno da basso ed un Orange da chitarra. La parte ritmica è semplice ma efficace, quel ‘groove pesante’ che ti fa battere i piedi e ti entra nella testa. Il risultato è un album heavy psych che esce a distanza di 3 anni dall’ultimo lavoro, e per questo attesissimo e sentito dai fan della band toscana.

Il Videoclip di ‘Goat’s Friend’, primo singolo estratto da INSANE, è uscito il 18 marzo in anteprima su Suoni Distorti Magazine.
Il video è stato girato nella sala prove ‘Cabot Cove’ a Bologna, con la regia di Valentina Gallini:

 

 

INSANE – TRACK LIST
1 – tucumcari
2 – insane
3 – wino
4 – goat’s friend
5 – evil
6 – flip out
7 – jack
8 – bully

La cover dell’album è stata realizzata dall’artista e tatuatore Giovanni Lacarne

A MISMATCH THEORY: IL VIDEO DI ‘PUSH’ IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA

”Gli A Mismatch Theory sono una band punk-rock italiana nata a Siena nel tardo 2015 dalle ceneri dei Globage, street-punk band aretina, sciolta nel 2014. I Chitarristi, Marco – IL SECCO – Sarracino e Michele – SEAN – Pisano, insieme al bassista, Antonio – CELSO – Locafaro, sono gli unici membri a far parte della band stabilmente fin dagli inizi, mentre per vari motivi si sono alternati diversi cantanti e batteristi prima che la formazione si stabilizzasse. Le cose cambiano nel tardo 2017, quando entrano a far parte del gruppo il batterista, Giovanni- LA CARNE – Pucci, ed il frontman -Andrea – YEPES – Mugnaini, stabilendo così la formazione definitiva.
La band è fortemente influenzata da molti sottogeneri – dal punk-hc melodico al grunge e allo stoner, dal punk-rock old school al metalcore, al crossover, a varie derivazioni e sfumature del metal, etc. – e lavora per fare in modo che quelle influenze traspaiano dai loro pezzi e dai loro live show.
‘ONE’ (2016) è la prima demo pubblicata dagli A Mismatch Theory, un EP di 6 pezzi interamente autoprodotto e che gli ha permesso di suonare in tutta Italia.”

A MISMATCH THEORY – Push [OFFICIAL VIDEO]

 

‘Push’ è il primo video tratto da ‘Wait’, secondo EP della band, uscito il 6 gennaio 2020 per Rocketman Records

A quattro anni dall’ultima pubblicazione (ONE, 2016), dopo un tour di concerti in tutta la penisola ed un periodo in studio, la band toscana si ripresenta sulla scena underground italiana con un EP che raccoglie tre nuovi singoli di pura potenza punk rock.
Il video di ‘Push’, autoprodotto e girato nella sala prove della band, esprime, con immagini e suoni graffianti, tutta l’energia, il sudore, la forza delle loro performance live.
Se, come a noi, il video vi ha gasato non potete mancare al prossimo concerto degli A Mismatch Theory sabato 25 gennaio, al club ‘1001’ di Colle Val d’Elsa. Stay Wild – Stay punk

 ASCOLTA il nuovo EP > WAIT – Spotify

 

PRIMATE: Il video di ‘LIKE A BIRD’ in anteprima esclusiva

Primate nasce nella Valdelsa anni 90’, quando Shaggy scalava le classifiche con “Mr. Boombastic”.
Cresciuto con Marley in cuffia, ha iniziato a sperimentare con la voce ascoltando i big del roots reggae.
L’amore per stile giamaicano si è consolidato dopo un viaggio nella terra di Tosh e Cliff. Un pezzo di Giamaica è tornata con lui in Valdelsa.
Inizia a scrivere in patwa (dialetto giamaicano), raccontando scene di vita quotidiana e denunciando gli abusi di potere nel mondo in cui viviamo. Con la prima collaborazione con Il Leprotto, suo mentore e produttore, sono nati i primi singoli “Open your eyes” e “Like a bird”.
Il suo stile è roots, primitivo, richiama i ritmi e i bassi dei ghetti di Kingstone. “Più una scimmia sale in alto, più mostra la sua coda.”

‘LIKE A BIRD’, è il primo video di PRIMATE
Il tema del video, girato sulla costa Toscana, è il ricordo di un’estate che sta finendo, il sole, gli amici, il mare. L’estate è la stagione dei colori caldi, della forte luce che abbaglia, e sono questi i topics che caratterizzano il video. Seguendo il senso del brano e soprattutto del titolo “like a bird”, i campi iniziali sono ristretti per poi ampliarsi a metà ed estendersi alla fine, evidenziando il percorso di crescita di un piccolo uccellino dalla nascita fino al primo volo, ed osservare dall’alto il proprio mondo.

Primate – Like a Bird [OFFICIAL VIDEO]

I due autori, Sofia Giuntini, 22 anni ed Edoardo Romeo, 24 si presentano come coppia di fotografi e videografi. Rispettivamente di San Gimignano e Prato si sono conosciuti presso la LABA, Libera Accademia di Belle Arti, di Firenze dove si laureranno in Fotografia il prossimo marzo. Le loro menti fresche e fotografiche hanno dato forma ad un video reale, caldo e giovanile.

PRIMATE live @ Nottilucente 2019, San Gimignano

IL LEPROTTO: Il video di TUVA in anteprima esclusiva

Vi mostriamo oggi, in anteprima esclusiva, il video di “Tuva”, secondo estratto dall’ultimo album del produttore cremonese Il Leprotto (o LPR8), intitolato “Lira di Dio” e uscito ad Aprile 2018 su Brutal Toys Records.

Il clip, che potete vedere di seguito, è prodotto e ideato dal regista e videomaker MalcomY, che si è ispirato all’immaginario dei videogame anni ’80-’90. La postproduzione è invece curata da Lorenzo Gonnelli membro attivo di Can Collective, collettivo italiano nato nel 2017 formato da grafici, videomakers e visual artists; noto per le istallazioni di videomapping, i progetti video interattivi e l’utilizzo della tecnologia 3D.

‘’Quotidianamente viviamo con schemi prestabiliti ed intoccabili, un percorso identico che giorno per giorno ci ruba la voglia di provare nuove strade e scorciatoie. Con questo nuovo videoclip, IL LEPROTTO ci ricorda, tramite immortali giochi 2D come Pac-Man e Super Mario Bros, che qualche volta si può cambiare il livello in cui siamo o il nemico finale da combattere,’’ ci ha spiegato il regista. ‘’Un mix di giochi dove il protagonista respinge mafiosi, poliziotti, navicelle spaziali, scheletri giganti e addirittura figure clericali come blasfema scena conclusiva. IL LEPROTTO in questo video è il protagonista del videogame, ma anche colui che gioca alla stessa consolle, creando quindi un paradossale loop sulla libertà, in quanto anche lui, come tutti noi, è vincolato agli schemi di un gioco che egli stesso ha creato.’’

Dopo il successo di ‘Luck Attiva’, TUVA è il secondo singolo estratto dall’album LIRA DI DIO, uscito ad Aprile 2018 e distribuito in formato digitale e in vinile 12 pollici dall’etichetta Brutal Toys di Milano.
A quattro anni di distanza dall’ultima pubblicazione (LEPROTTOLAND – 2014, Sostanze Rec.) LIRA DI DIO è un lavoro che mantiene lo stile, l’impronta inconfondibile de IL LEPROTTO, ma che denota un’evoluzione, una maturazione nei suoni e nei contenuti. Emozioni più cupe e meno “mainstream”, un sound pulsante da colonna sonora dark, un disco dove il produttore cremonese si esprime senza riserve, confermando tutta la sua attitudine aggressiva da dancefloor.

Dal 2010 ad oggi LPR8 ha remixato molti artisti e band, uscendo sotto etichette del calibro di Rustblade, IRMA Records, Ufo Solar, No Sense of Place, Flat Frog (Off Limits) e, dal 2018, con Brutal Toys Records. Ha suonato in alcuni dei club e festival più importanti d’Italia condividendo il palco con grandi artisti del momento come Knife Party, Nero, Erol Alkan, Planet Funk, Audio Bullys, Motel Connection, Dillon Francis, Uto Karem, Leeroy Thornill, Riva Starr, Aucan.

Se non lo conoscete, vi consigliamo di ascoltare il suo ultimo album ‘’Lira di Dio’ (http://www.brutaltoysrecords.com/lira-di-dio.html). Se invece volete vederlo direttamente dal vivo, lo trovate il 21 Giugno al CSA Kavarna di Cremona; il 29 Giugno a Nottilucente, San Gimignano; il 5 luglio al Urban Vision Festival di Acquapendente (VT); il 12 luglio alla Festa del Marroneto di Santa Fiora (GR).

15 Giugno 2019, La Fezta, WildElsa Beach Party – Sun Beach Bar, Baratti

La Fezta - WildElsa Beach Party. Baia di Baratti.

Sabato 15 Giugno 2019
Sun Beach Bar, Baratti (Li)
AudioPump’n’Flex & Wild Elsa presentano:

▽△ LA FEZTA △▽
﹏baia di baratti﹏

Wild Elsa, AudioPump’n’Flex, SunBeachBar e il mare Mediterraneo
vi invitano al primo party in spiaggia post-hippie della stagione.

Il suono elettronico globale del WildElsa SoundSystem.
Performance act, tropical drink e bolle di sapone.

Levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri,
catturate il vento nelle vostre vele.

Questa è la costa toscana guys,
benvenuti alla FEZTA.

⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵

▽ LINE UP ▽
FutureTribe, Caribbean, Afro-cosmic, Nu-disco,
Downtempo, Spiritual House, Funk, Tropical Bass

❂ ARKANOIDZ djset
https://www.mixcloud.com/raffaelemerli/mixtape-26062018/

❂ DIDJE DOO djset
https://www.mixcloud.com/didjedoo/didje-doo-spring-mix-2k18/

❂ FIRUZABADì live
https://soundcloud.com/firuzabadi

❂ AI LATI live
https://soundcloud.com/ai-lati/sets/witp-use-the-brain-vol-1

❂ YEYE djset
https://www.mixcloud.com/Yeye00/ahggiovanò/

❉ PERFORMANCE: Hoopnotika Ornella Caponero
https://www.youtube.com/watch?v=8XqM7J6bXgY&t=8s

⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵ ⌵

△ INGRESSO GRATUITO
△ Contact: 3482528780

△ Una Produzione:
# AudioPump’n’Flex
# Wild Elsa
# SUN beach bar

Il Leprotto scatena ”Lira di Dio”!

Il produttore cremonese torna con un nuovo devastante album su BrutalToys Records

Pura potenza electro-dark in otto tracce, si chiama ‘Lira di Dio‘, è il nuovo album de Il Leprotto, uscito il 10 aprile 2018 per Brutal Toys Records.

A quattro anni dall’ultima pubblicazione, dopo il tours in tutta Italia e un lungo periodo meditativo in studio, il produttore cremonese si ripresenta sulla scena electro-techno italiana con un disco tanto atteso quanto sorprendente.
.

.

Per chi non frequenta i clubs underground e negli ultimi anni ha vissuto solo nel fantastico paese dell’elettronica da indieFestival italiano, ecco qualche spunto biografico:

Si scrive LPR8, si legge ‘Leprotto’. Nato a Cremona inizia la sua carriera da produttore e dj professionista nel 2012, notato dai promoter quando finalmente anche il Belpaese si innamorava del suono electro europeo, in particolare francese e tedesco.

Con la caratteristica maschera da leprotto-dark produce una miscela esplosiva di suoni grassi, voci glitchate e campionamenti assordanti, coadiuvati da incalzanti ritmiche techno che, durante i suoi liveset, creano una solida alchimia con il pubblico ed un surriscaldamento praticamente immediato del dancefloor.

Inizia a vincere contest. Tra i vari EP e singoli rilasciati si notano il remix per i Redrum Alone e le collaborazioni con Pink Holy Days e Sick Tamburo; nel 2014 un album che lo porterà a suonare in alcuni dei clubs e festival techno più importanti d’Italia.

Nel 2018, dopo un periodo di ricerca lontano dal pubblico esce ‘Lira di Dio’, dove LPR8 sembra aver trovato definitivamente il suono che più gli appartiene. Un album vero, personale, uno sfogo emotivo. Il risultato è un lavoro che mantiene lo stile, l’impronta inconfondibile de Il Leprotto, ma che denota un’evoluzione, una maturazione nei suoni e nei contenuti. Emozioni più cupe e meno “mainstream”, un sound pulsante da colonna sonora dark, un disco dove il produttore cremonese si esprime senza riserve, confermando tutta la sua attitudine aggressiva da dancefloor.

Ascolta LIRA DI DIO su Soundcloud:

Tour info: WildElsaManagement/IlLeprotto-LPR8

 

 

Francesco Farfa torna in Valdelsa con 2 ore di dj set a Nottilucente 2017

AudioPump’n’Flex e Associazione Semi (con la media partnership di WildElsavi aspettano in Piazza Sant’Agostino, Sabato 24 Giugno dalle 17:00 alle 2:00, con il consueto ‘Block Party’ della ‘NotteBianca’ di San Gimignano. Ingresso gratuito!

Se il concerto dell’anno scorso dei PijamaParty davanti a più di 3000 persone in delirio vi ha esaltato, quest’anno, preparatevi all’appuntamento con la storia. La line up è quella delle grandi occasioni e l’ospite principale è letteralmente una leggenda del panorama Rave/Clubbing italiano: Mr. FRANCESCO FARFA!

 

Per chi ha vissuto sulla luna negli ultimi 20 anni:

FRANCESCO FARFA (Audio esperanto Recordings, Farfasound) è senza dubbio una delle figure più importanti della scena elettronica italiana e europea. Ha condiviso, insieme ad artisti planetari, le line up di eventi importantissimi , prima chiamati RAVE e poi FESTIVAL. 
Molti sono i club in tutto il mondo che lo hanno ospitato, anche per piu’ di una volta.

Alcuni esempi di percorso :

COSMOS FACTORY@MOZINOR(Parigi)AURORA BOREALIS(Montpellier),CREATIVE ACTION (Tolouse), LOVE PARADE(Berlino),STREET PARADE ( Zurigo ) TRIBAL GATERING(Monaco),SONAR(Barcelona),BILBAO LIVE (Bilbao), NATURE ONE (Francoforte),DANCE VALLEY (Spaarnwoude- HOL) BRAMA BEAT ( Buenos Aires),REXXISTANCE(Sao Paulo),MASFESTIVAL + NESCAFE’(MexicoDF),RENEISSANCE PARTY(Helsinky),INSTANT KARMA(Guadeloupe )…
Ha partecipato a ben 7 edizioni del GROOVE PARADE – LOS MONEGROS e una miriade di eventi al FLORIDA 135 ( Spagna )… e ancora…MINISTRY OF SOUND ( Londra ), EWERK ( Berlino ) REX,QUEEN(Parigi), VINYL ( New York ), OPIUM ( Miami ) ROXY ( Amsterdam ) LOVE (Sao Paulo) CAVO PARADISO ( Mikonos ), LA TERRAZA/SPACE/DISCOTEQUE ( Barcelona) PACHA/SPACE/USUAHIA/AMNESIA/PRiVILEGE ( Ibiza ),YELLOW CLUB (Tokio),PACHA (Buenos Aires),FLORT(Budapest),TITOS ( Mallorca )…

La emblematica rivista Musicale Inglese MELODY MAKER dedica a Francesco un articolo di ben 2 pagine dal titolo “SO FARFA – SO GOOD”, e MUZIK, il miglior magazine dance-underground dei ’90-’00, esce con FARFA in copertina nel suo primo numero. Presente anche in BBC , per l’ESSENTIAL MIX di Pete Tong, il quale promuove varie produzioni di Francesco negli anni.

Citato da Laurent GARNIER nel suo libro ELEKTROSHOCK, come DJ fondamentale nella storia del clubbing.
è , inoltre , uno dei DJ favoriti “di sempre” per MR. Danny TENAGLIA; DJ HELL lo definisce “the Italian Legend “.

Per niente amante degli stereotipi, Francesco FARFA , DJ di tecnica “unica”, immagina i set come esperienze ultraterrene, in cui prendere per mano l’ascoltatore e trascinarlo verso le scoperte più disparate, a volte celestiali, a volte brutalmente terrene.
Uno stato quasi ipnotico che permette, all’audience come a lui, di sublimare insieme verso territori inesplorati.

FARFA : The Unclassifiable dj …. EVER!

 


Questa la line up completa di Nottilucente 2017, Piazza Sant’Agostino:

 


Ci vediamo a San Gimignano, Sabato 24 Giugno, sottocassa, per NOTTILUCENTE !!!

Un ”Album Release Celebration” come non si era mai visto

lullabeat
Allora ragazzi
le chiacchere stanno a zero.
I PjP hanno fatto un disco che è una bomba,
di quelli (rari) che lo ascolti dall’inizio alla fine senza saltare una traccia.
Si chiama LULLABEAT. Un singolo dietro l’altro. Capolavoro.
Una band di qui che tira fuori sta roba. incredibile, ho pensato.
Beh oggi questo disco esce, cioè potete ascoltarlo anche voi, in macchina, 
in cucina, al lavoro, in palestra.. credo che suoni bene ovunque. Poi mi dite.
 
Oggi esce dicevamo e sarà in vendita al party dedicato e preparato da WildElsa e AudioPump’n’Flex.
Un vero Release Party come solo i rapper californiani sanno fare. Una location in campagna, due concerti e tre dj set, oltre a tutte le istallazioni e gli happening del caso, visto che, questo, è un ‘PIGIAMA PARTY’.
Diamo un occhio alla parte musicale:
la festa comincia subito bella tamarra con dj SECS, già percussionista della ‘family’, dicono che quando suona lui i buttafuori sequestrano i ferri e le ragazze sono possedute da twerking selvaggi. 
 
L’opening act, invece è affidato ai fiorentini SKR4WSEX & SIXT3R.
Se il nome vi pare assurdo aspettate di vederli sul palco.
Questi sono una promessa della scena electroLive italiana. Solo loro valgono il prezzo del biglietto.
Vi metto qui il loro singolo da 22000 visualizzazioni:

 
A questo punto reggetevi forte, sul palco salgono i Pijama Party e da quel momento la vostra vita non sarà più la stessa. L’occasione è storica. Non voglio anticipare nient’altro sullo show.
Qui sotto il loro ultimo video, uscito in TUTTI I CINEMA della valle, la scorsa settimana:

 
Ma questo è un party, e dopo i PjP arriva il Deejay che per i frequentatori delle feste è una religione: ARKANOIDZ, resident AudioPump’n’Flex, stanotte vi spettina con l’electroFunk selvatico che solo lui sa come domarlo.
 
A chiudere il B.I.G. Pisana Party abbiamo l’Eletto. L’unico produttore drum’n’bass di Colle Val d’Elsa.
Un artista che se fosse nato a Londra sarebbe sulle prime pagine dei giornali di settore. E invece per fortuna sta proprio qui, vicino a casa mia, e finalmente la possiamo ballare un po di ottima drum’n’bass (questa sconosciuta)  anche qui, nella provincia denuclearizzata.
Signori e signore,
LOUD NOISE:

 
Non voglio annoiarvi con tutte le altre cose che potrete fare alla festa oltre ballare, limonare duro o rotolarvi sui giochi gonfiabili..
Raga, la notte è giovane e villa Cercignano è vicina. relax.
(ci vuole l’invito, qui tutte le info:☆ THE B.I.G. PIJAMA PARTY ☆ ) 
 
Quasi dimenticavo, la festa è a tema! quindi, mettete su il pigiama buono e , come comunicano gli organizzatori:
”Suggeriamo ai gentili ospiti e alle gentil dame
un tocco di riguardo, originalità e distinzione.
L’eccentricità e’, come sempre, ben gradita.”
locandina-a32