wildelsa

PRIMATE: Il video di ‘LIKE A BIRD’ in anteprima esclusiva

Primate nasce nella Valdelsa anni 90’, quando Shaggy scalava le classifiche con “Mr. Boombastic”.
Cresciuto con Marley in cuffia, ha iniziato a sperimentare con la voce ascoltando i big del roots reggae.
L’amore per stile giamaicano si è consolidato dopo un viaggio nella terra di Tosh e Cliff. Un pezzo di Giamaica è tornata con lui in Valdelsa.
Inizia a scrivere in patwa (dialetto giamaicano), raccontando scene di vita quotidiana e denunciando gli abusi di potere nel mondo in cui viviamo. Con la prima collaborazione con Il Leprotto, suo mentore e produttore, sono nati i primi singoli “Open your eyes” e “Like a bird”.
Il suo stile è roots, primitivo, richiama i ritmi e i bassi dei ghetti di Kingstone. “Più una scimmia sale in alto, più mostra la sua coda.”

‘LIKE A BIRD’, è il primo video di PRIMATE
Il tema del video, girato sulla costa Toscana, è il ricordo di un’estate che sta finendo, il sole, gli amici, il mare. L’estate è la stagione dei colori caldi, della forte luce che abbaglia, e sono questi i topics che caratterizzano il video. Seguendo il senso del brano e soprattutto del titolo “like a bird”, i campi iniziali sono ristretti per poi ampliarsi a metà ed estendersi alla fine, evidenziando il percorso di crescita di un piccolo uccellino dalla nascita fino al primo volo, ed osservare dall’alto il proprio mondo.

Primate – Like a Bird [OFFICIAL VIDEO]

I due autori, Sofia Giuntini, 22 anni ed Edoardo Romeo, 24 si presentano come coppia di fotografi e videografi. Rispettivamente di San Gimignano e Prato si sono conosciuti presso la LABA, Libera Accademia di Belle Arti, di Firenze dove si laureranno in Fotografia il prossimo marzo. Le loro menti fresche e fotografiche hanno dato forma ad un video reale, caldo e giovanile.

PRIMATE live @ Nottilucente 2019, San Gimignano

IL LEPROTTO: Il video di TUVA in anteprima esclusiva

Vi mostriamo oggi, in anteprima esclusiva, il video di “Tuva”, secondo estratto dall’ultimo album del produttore cremonese Il Leprotto (o LPR8), intitolato “Lira di Dio” e uscito ad Aprile 2018 su Brutal Toys Records.

Il clip, che potete vedere di seguito, è prodotto e ideato dal regista e videomaker MalcomY, che si è ispirato all’immaginario dei videogame anni ’80-’90. La postproduzione è invece curata da Lorenzo Gonnelli membro attivo di Can Collective, collettivo italiano nato nel 2017 formato da grafici, videomakers e visual artists; noto per le istallazioni di videomapping, i progetti video interattivi e l’utilizzo della tecnologia 3D.

‘’Quotidianamente viviamo con schemi prestabiliti ed intoccabili, un percorso identico che giorno per giorno ci ruba la voglia di provare nuove strade e scorciatoie. Con questo nuovo videoclip, IL LEPROTTO ci ricorda, tramite immortali giochi 2D come Pac-Man e Super Mario Bros, che qualche volta si può cambiare il livello in cui siamo o il nemico finale da combattere,’’ ci ha spiegato il regista. ‘’Un mix di giochi dove il protagonista respinge mafiosi, poliziotti, navicelle spaziali, scheletri giganti e addirittura figure clericali come blasfema scena conclusiva. IL LEPROTTO in questo video è il protagonista del videogame, ma anche colui che gioca alla stessa consolle, creando quindi un paradossale loop sulla libertà, in quanto anche lui, come tutti noi, è vincolato agli schemi di un gioco che egli stesso ha creato.’’

Dopo il successo di ‘Luck Attiva’, TUVA è il secondo singolo estratto dall’album LIRA DI DIO, uscito ad Aprile 2018 e distribuito in formato digitale e in vinile 12 pollici dall’etichetta Brutal Toys di Milano.
A quattro anni di distanza dall’ultima pubblicazione (LEPROTTOLAND – 2014, Sostanze Rec.) LIRA DI DIO è un lavoro che mantiene lo stile, l’impronta inconfondibile de IL LEPROTTO, ma che denota un’evoluzione, una maturazione nei suoni e nei contenuti. Emozioni più cupe e meno “mainstream”, un sound pulsante da colonna sonora dark, un disco dove il produttore cremonese si esprime senza riserve, confermando tutta la sua attitudine aggressiva da dancefloor.

Dal 2010 ad oggi LPR8 ha remixato molti artisti e band, uscendo sotto etichette del calibro di Rustblade, IRMA Records, Ufo Solar, No Sense of Place, Flat Frog (Off Limits) e, dal 2018, con Brutal Toys Records. Ha suonato in alcuni dei club e festival più importanti d’Italia condividendo il palco con grandi artisti del momento come Knife Party, Nero, Erol Alkan, Planet Funk, Audio Bullys, Motel Connection, Dillon Francis, Uto Karem, Leeroy Thornill, Riva Starr, Aucan.

Se non lo conoscete, vi consigliamo di ascoltare il suo ultimo album ‘’Lira di Dio’ (http://www.brutaltoysrecords.com/lira-di-dio.html). Se invece volete vederlo direttamente dal vivo, lo trovate il 21 Giugno al CSA Kavarna di Cremona; il 29 Giugno a Nottilucente, San Gimignano; il 5 luglio al Urban Vision Festival di Acquapendente (VT); il 12 luglio alla Festa del Marroneto di Santa Fiora (GR).